Home / Notizie / L’On. Porta (PD) partecipa a Belèm all’apertura del Congresso internazionale di italianistica: “ La lingua italiana elemento essenziale per l’acquisizione di una cittadinanza piena”

L’On. Porta (PD) partecipa a Belèm all’apertura del Congresso internazionale di italianistica: “ La lingua italiana elemento essenziale per l’acquisizione di una cittadinanza piena”

Fitta agenda di incontri del parlamentare nella capitale del Parà: riunioni con la Governatrice dello Stato, il Presidente dell’Assemblea Legislativa ed il Presidente del Tribunale di Giustizia

belem

Belèm, 16 settembre 2009

Intervenendo all’apertura dei lavori del Congresso dell’ABPI (Associazione Brasiliana Professori di Italiano) e al Foro Internazionale di Italianistica, il Vice Presidente del Comitato Permanente della Camera dei Deputati sugli Italiani all’Estero si è soffermato – raccogliendo l’invito rivoltogli dall’Intercomites brasiliano a nome del sistema Comites-Cgie – sulla necessità di sostenere e rilanciare tutte le iniziative di promozione dell’insegnamento della lingua italiana, con particolare riferimento all’enorme contingente di oriundi presente in Brasile ed in primo luogo ai “prossimi cittadini italiani” in attesa da tempo del riconoscimento formale della loro richiesta di cittadinanza.

“Senza uno specifico impegno in tal senso – ha sostenuto l’On. Porta – si disperderà un patrimonio unico e si perderà la storica opportunità di realizzare una cittadinanza piena oltre i confini dell’Italia, legata alla conoscenza della lingua ed alla riscoperta dei profondi valori, anche costituzionali, dell’italianità”.

Intorno a questa sfida, secondo il deputato del PD, “è necessario raccogliere e riunire tutto il sistema Italia: dai Comites alle associazioni, al Cgie agli Istituti di Cultura, dai professori di italiano alle scuole italiane all’estero”.

“La riforma della legge 153 sulla diffusione della lingua italiana all’estero e la destinazione di adeguate risorse da parte dell’Italia in questa direzione sono elementi fondamentali di questo sforzo; la lingua italiana da un lato e la storia dell’emigrazione dall’altro sono – a parere dell’On. Porta – i due elementi centrali dei 150 anni di storia d’Italia. Voglio sperare – ha continuato il parlamentare – che l’Italia saprà adeguatamente ricordarsene nel corso delle previste celebrazioni”.

Oltre a partecipare al convegno di italianistica la presenza del parlamentare italiano eletto nella ripartizione Sudamerica è stata l’occasione per alcuni importanti incontri istituzionali nella capitale dello Stato del Parà; nel corso della giornata l’On. Porta ha infatti avuto modo di incontrare il Presidente del Tribunale di Giustizia, il Presidente dell’Assemblea Legislativa e la Governatrice del Parà, Ana Julia Canepa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*